Voices / maggio 2012

 

LA Screenings 2012: dove la TV incontra i New Media

di - 30 maggio 2012 alle 11:52

La vera notizia dei Los Angeles Screenings 2012 – uno dei maggiori appuntamenti dell’anno per chi si occupa di contenuti TV – è stata la Rete. Per dirla meglio: la notizia è che una grande parte degli upfronts, le anteprime degli show che detteranno legge nella nuova stagione televisiva, quest’anno è stata anticipata via Twitter, con tutti i commenti e le reazioni annesse e connesse. Come ha notato Ed Waller, direttore editoriale di Channel21, mentre in passato il segreto sul lancio di nuove serie veniva gelosamente custodito almeno fino alla tradizionale presentazione newyorkese, quest’anno il corredo “social” delle produzioni – con tanto di hashtag e link su Facebook – è diventato parte integrante della serie stessa, in modo da permettere e anzi stimolare il coinvolgimento dei fan sin dall’inizio, senza aspettare la trasmissione in TV prevista nella gran parte dei casi per l’autunno.

Un esempio? Elementary della CBS.

Account Twitter: @Elementary_CBS (#elementary)

Account Facebook: www.facebook.com/ElementaryCBS

[ Leggi tutto ]

 
 

La TV è un uccello che non ha memoria

di - 23 maggio 2012 alle 12:09

(devi immaginare da che parte va)

Totò, Mastroianni ed il futuro della televisione

L’altra sera, non mi ricordo più neanche su quale canale, stavo guardando un vecchio film di Totò.

In quella pellicola il comico napoletano telefonava da un telefono pubblico a gettoni a muro.

I suoi interlocutori rispondevano da telefoni fissi, dalle stanze di lussuosi appartamenti.
[ Leggi tutto ]

 
 

Con So.cl Microsoft entra nei social network.

di - 21 maggio 2012 alle 16:58

Mentre Mark Zuckerberg fa il colpo doppio con un matrimonio a sorpresa e con l’IPO di Facebook guadagnando per giorni la prima pagina di quotidiani, magazine, blog e telegiornali, Microsoft fa il suo ingresso nel mondo dei social network. Senza particolare clamore. Vediamo come sono andate le cose.

La scorsa estate era trapelata la notizia che Microsoft stava testando un prototipo di social network incentrato sulla social search e sulla condivisione di argomenti di interesse e bookmarks, indicato con il nome Tulalip; ma la pagina era stata oscurata in breve tempo con una breve nota dell’azienda:

“Socl.com is an internal design project from one of Microsoft’s research teams which was mistakenly published to the Web. We have no more information at this time.”

[ Leggi tutto ]

 
 

La scommessa di Mark

di - 18 maggio 2012 alle 15:22

La chiave burocratica alla base di tutto è la capacità di avere a che fare con la noia.
Di operare efficacemente in un ambiente che preclude tutto quanto è vitale e umano.
Di respirare, per così dire, senz’aria. La chiave è la capacità, innata o acquisita,
di trovare l’altra faccia della ripetizione meccanica, dell’inezia,
dell’insignificante, del ripetitivo, dell’inutilmente complesso.
Essere, in una parola, inannoiabile. [..snip].
È la chiave della vita moderna.
Se sei immune alla noia, non c’è letteralmente nulla che tu non possa fare.

David Forster Wallace  (il re pallido).

Il 18 maggio è il giorno dell’IPO di Facebook: il giorno della grande scommessa dei mercati su Mark Zuckerberg, ma anche della grande scommessa di Mark sui mercati.
È come lo sbarco sulla luna: c’è un prima, c’è un dopo e c’è lo spartiacque del 18 maggio 2012.

[ Leggi tutto ]

 
 

Semplificare le Reti di Domani (prima parte)

di - 18 maggio 2012 alle 10:22

Credo che le reti di domani saranno molto simili alle reti degli ecosistemi in natura. Basta guardare allo sviluppo tecnologico dei terminali e alla progressiva introduzione di capacità di comunicazione in un crescente numero di dispositivi, per immaginare delle reti (soprattutto nella parte più periferica, in un raggio di qualche metro intorno agli Utenti) caratterizzate da un modello di interazione dinamico, molto articolato: un vero e proprio ambiente di comunicazione, con continui auto-adattamenti locali. Questi comportamenti sono tipici dei complessi adattativi, sistemi capaci di auto-organizzarsi, (anche in assenza di un controllo centralizzato) al variare delle condizioni al contorno. L’esempio che viene subito in mente è quando ci compriamo un PC: sarebbe bello se il PC fosse in grado di scoprire, da solo, cosa c’è in casa e si auto-configurasse in modo opportuno, magari ogni volta che cambia qualcosa nell’ambiente domestico. Questo è un comportamento di tipo autonomico.
[ Leggi tutto ]

 

Gli autori del Blog

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivio del blog

I contenuti di questo blog sono tutelati da una licenza CC che vi invito a rispettare

Page 1 of 3123