Voices / Archivio autore

 

Incontro ravvicinato con un ransomware

di - 5 febbraio 2014 alle 13:01

Alcune settimana fa sono stato contattato da un amico, Alex, per controllare un computer portatile colpito da un malware.  Il problema aveva reso completamente inutilizzabile il pc, anche se apparentemente non aveva danneggiato i dati.
Il sistema, infatti, equipaggiato con una versione recente di MS Windows, effettuava regolarmente l’avvio; ma dopo avere inserito le credenziali nell’apposita finestra di login, presentava all’utente un’immagine di colore bianco che ricopriva l’intero schermo. L’uso della tastiera non aveva alcun effetto sul problema e era possibile utilizzare esclusivamente la combinazione di tasti CTRL+ALT+CANC per effettuare un riavvio o uno spegnimento del PC.

[ Leggi tutto ]

 
 

Facebook, impostazioni di sicurezza. Qualche suggerimento.

di - 17 settembre 2013 alle 10:33

È strano, ma nonostante gli utenti di Facebook siano ormai centinaia di milioni, ci sono ancora moltissime persone che guardano con diffidenza il famigerato social network e cercano di capire quali sono gli strumenti che hanno a disposizione per proteggere i propri dati, le proprie foto e, con gli ultimi aggiornamenti, i propri pensieri da eventuali accessi indesiderati.

È il caso di due miei amici Giancarlo, alias Gino e di Alex alias Par Bleu che mi hanno chiesto qualche informazione in più su Facebook e su quali funzioni di sicurezza attivare fin dal primo click successivo alla registrazione. [ Leggi tutto ]

 
 

Primo report europeo sugli incidenti nel cyberspazio

di - 28 marzo 2013 alle 11:30

Nell’ottobre 2012 l’agenzia europea per la sicurezza informatica e delle reti ENISA ha pubblicato il primo report annuale europeo sugli incidenti nel cyberspazio. L’ENISA è il centro europeo per la sicurezza delle reti e delle infromazioni nell’ambito dell’Unione europea. Lavora in collaborazione con enti pubblici e privati per sviluppare consigli e raccomandazioni sulle best practice nella sicurezza delle informazioni. Assiste gli Stati membri dell’UE nell’attuazione della legislazione in ambito UE e lavora per migliorare la resilienza delle infrastrutture critiche informatizzate in Europa, reti comprese.

Nella primavera del 2012 sono stati infatti consegnati all’agenzia europea i risultati di alcuni incidenti di sicurezza avvenuti negli Stati dell’Unione durante il 2011. Si tratta di 51 rapporti di sicurezza (report) che sono stati analizzati e sintetizzati, ai sensi dell’articolo 13a della direttiva quadro (2009/140/CE). In  virtù di tale direttiva gli Stati membri sono tenuti a presentare relazioni sintetiche sui principali incidenti di sicurezza che si sono verificati durante l’anno.

[ Leggi tutto ]

 
 

Alcuni aspetti di sicurezza per il deployment dell’IPv6.

di - 16 novembre 2012 alle 9:45

Il 6 Giugno 2012 numerosi siti web hanno pubblicato la notizia relativa al lancio ufficiale del Internet Protocol versione 6, IPv6, in sostituzione dell’attuale versione IPv4 a causa dell’esaurimento di indirizzi IP pubblici disponibili. Per l’occasione anche Voices ha pubblicato un articolo dal titolo Ipv6 e la nuova Internet di Chiara Moriondo.

Il primo evidente e immediato vantaggio offerto dall’IPv6 è il notevole aumento dello spazio di indirizzi che passa dai circa 4.294 miliardi (232) del IPv4 ai circa 3.4×1038 ovvero 2128 indirizzi con IPv6. Per poter comprendere la necessità di un così elevato numero di indirizzi, basti pensare ai moderni dispositivi elettronici come smart-phone, tablet e TV che sono già tutti connessi a Internet e all’opportunità di connetterne di nuovi per fornire molti altri servizi, si pensi infatti a tutti servizi di controllo remoto, telerilevamento ambientale e automazione.
[ Leggi tutto ]

 
 

Othello. La storia di un videogioco prima di Internet.

di - 2 novembre 2012 alle 10:04

Era l’inizio degli anni ’90. I calcolatori elettronici stavano entrando nella nostra vita quotidiana e, di li a poco, avrebbero conquistato un posto definitivo nelle nostre case e negli uffici. Uno dei sistemi operativi più diffusi per l’ambito commerciale era l’MS-DOS (Microsoft Disk Operating System), che trovava applicazione su tutti i modelli di computer basati sull’architettura della serie 80×86. Per molti utenti di allora il famoso prompt dei comandi C:\>_ con cursore lampeggiante era il vero punto di partenza. Per lanciare un programma infatti, bisognava scriverne il nome per esteso e successivamente schiacciare il tasto invio, MS Windows non era ancora un sistema operativo e non c’erano schermi touch.

I docenti di Informatica di un istituto tecnico di provincia decisero di fare un “esperimento” e di chiedere ai propri alunni la preparazione di un progetto aggiuntivo da presentare alla Commissione per l’esame di Maturità. Il contenuto del lavoro doveva essere realizzato completamente dagli studenti, sulla base delle conoscenze acquisite durante gli anni di studio e con i mezzi che la scuola era in grado di mettere a disposizione. Si formarono gruppi di due o tre persone, ognuno scelse il compagno più vicino a sé, sia per logistica che per amicizia. Dinamiche che oggi probabilmente chiameremmo social.

Il mio team era composto da due persone, io e Mario. Bisognava scegliere il progetto da sviluppare, ma fummo subito concordi sullo scrivere un software per giocare l’Othello, un gioco da tavolo giapponese di concentrazione e strategia, conosciuto un tempo come Reversi.

La progettazione durò circa due mesi. Decidemmo la struttura dati, le varie opzioni e scelte da mettere a disposizione dell’utente, la stampa del resoconto di gioco su carta, quello che nel campionato nazionale di Othello era chiamato referto.
Non mancava un pizzico di “spionaggio” tra i diversi gruppi di lavoro. Era divertente vedere quando qualcuno aveva una nuova idea, magari il disegno o la forma di una freccia di selezione nei menù a scelta, il tutto nascosto da un velato sorrisetto beffardo e da qualche atteggiamento da “segreto industriale” che ci faceva ridere tantissimo.
[ Leggi tutto ]

 

L'autore

DeMAnInformatico, appassionato di micro-computer e a volte blogger (http://dem4n.wordpress.com).
Chi è DeMAn

Antonio De Martino, informatico dai tempi del Commodore 64, poi ingegnere. Creativo e appassionato di micro-computer, tratterà per Voices i temi dell'informatica con focus particolare sul mondo della cyber security. È presente su vari social network tra cui twitter (con il nickname dem4n), cura la sezione IT security per alcune riviste e un piccolo blog sulle tecnologie e sulla sicurezza informatica.

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivio del blog

I contenuti di questo blog sono tutelati da una licenza CC che vi invito a rispettare

Page 1 of 212