Voices / Archivio autore

 

L’automobile del futuro. Sempre più device. Sempre più connessa.

di - 13 febbraio 2013 alle 12:37

In un mondo dove tutto è connesso e tutti sono connessi, il concetto di automobile è cambiato. L’automobile non è più (solo) uno status symbol ma è diventato a tutti gli effetti un mobile device: un oggetto tecnologico che permette all’utente di essere connesso al mondo esterno quando è in movimento. Non è una coincidenza, quindi, che Audi utilizzi come slogan pubblicitario “Being on the road doesn’t mean being out of touch” l’automobile offre nuove possibilità di interazione col proprio smartphone e nel prossimo futuro potrà diventare un dispositivo Internet-compliant.  

Le tecnologie ICT stanno pertanto penetrando in modo diffuso nell’abitacolo dell’autoveicolo e tendono sempre più ad integrarsi con l’ambiente dei comandi di plancia e con tutte le altre funzioni di supporto al guidatore. Il “terminale auto” viene a trovarsi così dotato di nuove interfacce, che arricchiscono e trasformano l’esperienza di guida, con l’obiettivo di aumentare le informazioni disponibili al conducente diminuendo allo stesso tempo le occasioni di distrazione.
Allo scopo di offrire all’utente un’interfaccia uomo-macchina il più naturale possibile è in atto una contaminazione tra il campo automotive e le tecnologie sviluppate per settori specifici: dall’Head-Up Display (campo militare) al (natural) Speech Recognition (Siri), al Gesture recognition (gaming).  
[ Leggi tutto ]

 
 

Companion Screen: il modo multitasking di “guardare” la TV

di - 23 gennaio 2013 alle 10:21

L’utilizzo del companion screen è in piena espansione: sempre più telespettatori hanno preso l’abitudine di assistere ai loro programmi TV preferiti con un dispositivo mobile in mano. Gli spettatori televisivi si rivelano sempre più multitasking, sia con uno smartphone, un tablet o un computer portatile come companion screen. Un approccio interessante, che dagli USA si sta sviluppando con decisione anche in Europa, è quello di creare un’esperienza parallela, sincronizzata e integrata alla visione del programma TV: la cosiddetta companion screen experience che sfrutta i dispositivi esistenti (iPad, smartphone, …) per fornire al telespettatore contenuti e funzionalità che arricchiscono l’esperienza televisiva.
[ Leggi tutto ]

 
 

Di uomini e robot – Marco Massarotto

di - 2 ottobre 2012 alle 9:56

Viene in mente il titolo di un libro di Giuseppe Granieri  ”Umanità accresciuta” a frequentare il panel sui Robot a Pic Nic , il più importante evento europeo su tecnologia e innovazione. Il futuro prospettato qui è fatto di Robot più simili a esseri ibridi, augmentati e mutati che a rigide macchine meccaniche e antropomorfe. Passare un pomeriggio a parlare di Robot e Robiots (scopriremo tra poco cosa sono) è un’esperienza illuminante che aiuta a mettere ordine tra i propri pensieri e a capire che i Robot sono e saranno qualcosa di molto diverso dall’immagine spesso stereotipata con cui siamo stati cresciuti.

[ Leggi tutto ]

 
 

IDCamp e Medioera: il valore degli eventi e del networking – Emanuela Zaccone

di - 1 agosto 2012 alle 10:02

Avete mai provato a fare un’agenda degli eventi connessi al mondo del Web e dei Social in Italia?
Provate a farlo limitatamente alla zona in cui vivete o a dare un’occhiata a quanto si organizza in giro per l’Italia.
Fatto? Sì, sono moltissimi. Il problema spesso è riuscire a seguirli o dover rinunciare ad alcuni a beneficio di altri, o a tutti (beh, a meno che non vogliate perdere il lavoro).

La scorsa settimana ho avuto una grandissima fortuna: essere contemporaneamente a Medioera e al primo Indigeni Digitali Camp, entrambi a Viterbo.

[ Leggi tutto ]

 
 

Una settimana al MIT: cronache dal futuro presente – Emanuela Zaccone e Massimiliano Spaziani

di - 20 luglio 2012 alle 10:47

Oggi La Redazione ospita Emanuela Zaccone e Massimiliano Spaziani.
Emanuela e Massimiliano ci parlano del MIT: cronache dal futuro presente.

Cosa sono i big data? Chi è il data scientist? Che senso hanno tutti questi termini per le aziende e che impattano hanno sulle nostre vite? A questo e altro ancora abbiamo trovato risposta durante un nostro recente viaggio che ha cambiato il nostro modo di pensare alle attività di monitoring, ma anche il nostro ruolo all’interno dellla Reputation Monitoring Room (i curiosi possono dare un’occhiata a questa intervista).

Aprile 2012, Boston.
Siamo in fila per gli accrediti. L’occhio cade su un badge dal nome familiare: “Peter Gabriel”. “Sarà davvero lui?”, ci chiediamo.
In effetti sì! Lo ritroviamo a girare per i laboratori e poi, qualche ora dopo, seduto tra i partecipanti del panel dedicato ai componenti del Council of Advisors del MIT Media Lab, accanto – tra gli altri – a Reid Hoffman, co-founder di LinkedIn e a June Cohen, produttrice esecutiva di TED Media.
[ Leggi tutto ]

 

L'autore

L'Ospite della Redazionele altre voci
Chi è L'Ospite della Redazione

Persone di eccellenza che dialogano con Telecom Italia.

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivio del blog

I contenuti di questo blog sono tutelati da una licenza CC che vi invito a rispettare

Page 1 of 3123